Serenade di Ale Giorgini
Blog

Serenade: feel the music con la nuova t-shirt di Ale Giorgini

Un vecchio giradischi, un vinile e quella canzone che ti ricorda di quella volta che…

Cos’altro serve per creare l’atmosfera adatta a una serenata perfetta? Serenade è il nuovo artwork che Ale Giorgini dedica a T-Shirt.it. Come tutti i suoi disegni nasce in modo assolutamente spontaneo. “È nato su un foglio bianco – ci racconta – un po’ come la musica che nasce senza essere progettata a tavolino”.

Ma la magia di Ale sta proprio in questo, nel saper dare un senso profondo a poche linee che si intersecano sul foglio. Pieni e vuoti che si alternano in un dialogo costante fra spigoli e curve, con un uso sapiente e allo stesso tempo semplicissimo del colore.

SerenadeSerenade (qui nella versione uomo e qui nella versione donna) fa parte di una mini-serie di due soggetti (in questa pagina potete vedere anche il secondo) dedicati alla musica. L’atmosfera è sognante, notturna, quasi glamour. Sembra di sentire la musica che la ragazza sta mettendo: forse un lento, con tanti archi, da ascoltare stretti stretti sincronizzando il battito dei cuori; oppure una disco music anni Ottanta, da ballare sotto i riflessi della palla stroboscopica. A voi la scelta 😉

La qualità è come sempre quella di T-Shirt.it: tessuti in cotone Jersey e stampe serigrafiche realizzate a mano con estrema cura. D’altronde la nostra missione è una sola: trasformare i lavori dei più grandi illustratori italiani in vere e proprie opere d’arte da indossare.

Serenade è il quarto artwork che Ale (che è anche l’art director di T-Shirt.it) ha scelto di inserire nella nostra collezione. In vendita sul sito trovate anche Flamingos, Foxes e Vrooom. Le prime due sono parte di “Horizoons”, serie di illustrazioni dedicate alla natura realizzate partendo da un’unica linea d’orizzonte. Vrooom invece è un rombo, uno schizzo nato in velocità durante una telefonata.

Volete sapere qualcosa di più su Ale e scoprire come nascono le sue illustrazioni? Potete visitare la pagina che gli abbiamo dedicato e guardare la video intervista.

Related Posts